Io, la Follia, celebro te: Alda Merini

alda Merini, murales navigli

  Espressioni vive, un corpo trasparente regalato a lettori come voyeurs chinati sulle viscere di Alda Merini; parole che non si raccontano in una recensione; ogni respiro interpretativo sarebbe manchevole, un piccolo sopruso. Parole di una folle, oppure sono io – mi chiamaste Follia – e dettai discorsi alle sue[…]

continua a leggere